listino_prezzi_tariffario_hotel

Nel lontano 2009 lavoravo come addetto booking in un hotel sul mare, di quelli con la formula villaggio, servizio spiaggia, animazione, mini e junior club… ecc ecc… Il lavoro era diventato un vero incubo perché, avendo l’hotel un listino  prezzi elefantiaco e degno di un settimanale di enigmistica, tirarne fuori un preventivo era un’impresa assai ardua.

Ad ogni squillo del telefono il copione era sempre lo stesso: un bel respiro, calcolatrice e listino prezzi sotto mano e via!

io: Buongiorno, è l’Hotel XYZ. Sono Michael, con chi ho il piacere di parlare?

cliente: Salve, sono Gaia e vorrei avere un preventivo per una vacanza lì da voi dal 6 al 16 agosto in pensione completa. Siamo in 5: io, mio marito, mia madre e i miei due figli.

io: Benissimo Signora, che età hanno i due ragazzi?

cliente: 7 e 2 anni, il piccolo può dormire in mezzo a noi. (quante volte l’ho sentita?)

Seguivano secondi, se non minuti,  di “silenzio radio” scanditi dal rumore del ticchettio frenetico dei polpastrelli sui tasti della calcolatrice: incrocia periodo, numero di letto per tipo di pensione ed età dei ragazzi, digita il prezzo e somma; ancora periodo, pensione, posto letto e somma, sconto per periodo posto letto e somma… Prontooooo Sig. Michael è ancora lì?!?!?!? 

io: Sì Signora, su per giù le verrebbe circa duemila euro ma se mi lascia cortesemente un indirizzo e-mail le manderò un’offerta dettagliata…

Formulare un preventivo telefonico, data la complessità del tariffario, ti lasciava sempre con un senso di incertezza sulla correttezza del calcolo effettuato;  incertezza che veniva inevitabilmente trasmessa all’altra parte della cornetta.

Senza considerare che molte incomprensioni e discussioni interne al team del booking nascevano proprio da “interpretazioni” diverse del listino prezzi.

Al colmo della frustrazione, insoddisfazione e nervosismo, proposi quindi al direttore di installare un programma che permettesse di ricevere prenotazioni direttamente dal sito. Mi fu risposto più o meno così: Le complessità del nostro tariffario sono inconciliabili con un booking engine. Ad ogni buon conto, puoi comunque vedere se sul mercato c’è qualcosa che fa al caso nostro.

Spesi diversi giorni a cercare una soluzione software per la vendita online, o anche solo per la formulazione di preventivi, adatta al nostro hotel. Niente. Quando chiedevo se fosse possibile inserire tariffe per persona, e non solo per camera, la risposta era in sostanza sempre la stessa: NO.

Pensai ad un piano B: convincere il management dell’hotel a cambiare strategia tariffaria, allineandola a quelli che all’epoca erano gli standard del mercato online: tariffe per camera e, magari, nessuna scontistica per terzo o quarto letto o riduzioni bambini; di offerte per senior nemmeno a parlarne.

Ma anche il piano B fallì miseramente (nei prossimi post vi illustrerò le motivazioni del management dell’hotel in difesa del listino prezzi da “mal di testa”).

Scrivo oggi su bookingdesigner.com perché a quel piano B è seguito un piano C!

Creare un ambiente stress free per il booking  management alberghiero capace di trasformare quelle complessità tariffarie in azioni semplici e veloci… e non solo!

Se vi siete ritrovati in queste parole e volete digitalizzare il vostro listino prezzi ma non sapete da dove iniziare, vi lascio con un numero di telefono e una mail 😉

Booking Designer
08331976612
info[at]bookingdesigner.com

 

Il listino prezzi del mio hotel/villaggio è troppo complesso per un booking engine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *